Cassa integrazione frena: a gennaio calo del 17%, ma sull'anno è al +186%

Frenata congiunturale della cassa
integrazione a gennaio che chiude il mese, rispetto a quello
precedente, con un -17%. La fotografia Inps sugli ammortizzatori sociali svela l'incremento su base annua

Roma -  Frenata "congiunturale" della cassa integrazione a gennaio che chiude il mese, rispetto a quello precedente, con un -17%. Le ora autorizzate infatti sono ammontate a 84,5 milioni contro i 101,8 milioni del dicembre 2009 che segna così il ritorno ai valori di aprile-maggio scorsi. A fotografare l’andamento degli ammortizzatori sociali è l’Inps.

Flessione nella cassa integrazione Le punte più accentuate della frenata si sono registrate per la richiesta di ore di cassa integrazione ordinaria che registra una flessione del 20,78% (39,5 milioni contro i 49,9 milioni del mese precedente). In discesa, sul mese, del 14,83% (25,1 milioni contro 29,5 milioni) anche le richieste di cassa integrazione straordinaria mentre diminuiscono anche quelle di cassa integrazione in deroga (-11,16%: da 22,3 milioni a 19,8). L’aumento tendenziale, invece, cioè quello rapportato al gennaio 2009, registra un aumento del 186,6% anche se, rileva l’Inps, "nel gennaio 2009 non si poteva fare ricorso alla cassa integrazione in deroga secondo le nuove norme varate ad aprile".