Cassano-Bellucci: la coppia gol doriana fa paura all’Udinese

Il ciclo difficile di Walter Mazzarri comincerà oggi, contro l'Udinese. Cassano-Bellucci sarà la coppia titolare, dopo la buona prova contro la Reggina. Il numero 99 di Barivecchia sarà così chiamato a prendere per mano l'attacco della Sampdoria, con Sammarco spostato in mezzo nel centrocampo a cinque. Caracciolo, alla fine, non è riuscito ad aggregarsi con la squadra, colpito da un attacco influenzale e allo stesso modo Ziegler, con la febbre. Si comincia il ciclo di ferro a Udine, quindi, poi sarà la volta di Fiorentina e Roma: «Inter a parte - spiega Mazzarri - incontriamo tutte le squadre più forti del campionato. Credo sia l'occasione per capirci qualcosa di più, per tracciare un primo bilancio e iniziare a vedere dove realmente possiamo arrivare. Sfide che danno grandi stimoli, ma per questo dico anche grande curiosità: mi interessa sapere come possiamo tenere il campo, come siamo in grado di interpretare questo genere di partite, se siamo solidi e in grado di giocarcela con tutti».
Con Milan e Inter, appunto, non andò bene, ma oggi per la Sampdoria potrebbe essere la gara della svolta: con un risultato positivo infatti i blucerchiati andrebbero a compiere un altro passo avanti vero la zona Uefa. «In 14 giornate - spiega il tecnico - abbiamo toppato solo due partite e mezza nel processo di crescita di un gruppo nuovo. Se riusciamo a toglier loro coraggio, ad avere la stessa solidità difensiva che ho visto con la Reggina, beh, credo che ce la si possa giocare. Hanno uno degli attacchi più forti del campionato, bisognerà concedere poco spazio, ma anche loro dovranno preoccuparsi di noi». Insomma Mazzarri cercherà oggi in Friuli, per l'ennesima volta quella continuità che alla Sampdoria fino ad ora è mancata. Unico ballottaggio, Gastaldello o Lucchini, entrambi non al meglio.
Di fronte un'Udinese rimaneggiata con gli squalificati D'Agostino, Dossena e Pinzi: «Nella mia testa - spiega il tecnico bianconero Marino - ho giá scelto il sostituto di D'Agostino. Siqueira sta meglio, ha lavorato regolarmente con la squadra. Ha invece qualche problema Ferronetti, che non è tra i convocati. Mesto dopo lo spezzone di gara a Roma ha ritrovato il ritmo giusto e possiamo aumentare il suo minutaggio. Contro giocatori come Cassano e Bellucci l’attenzione deve essere sempre massima».