Cassano, un gol e un bacio per Carolina

Mirante: voto 6,5. Incolpevole sui tre gol, ma un po' incerto in occasione delle uscite dal limite. All'ultimo salva su Nedved.
Campagnaro: voto 6. Trezeguet gli scappa via al 2' e lascia andare Nedved in occasione del gol di Del Piero dopo che Cassano aveva fatto sfilare a centrocampo. S'inventa qualche sgroppata sulla destra che infiamma il pubblico e molti degli applausi sono per lui. Ritrovato (16' st. Sala sv).
Gastaldello: voto 5,5. Sbaglia a scalare sul gol di Del Piero ma in difesa non è una giornata impeccabile in generale.
Accardi: voto 5. Sul gol della Juventus si lascia superare da Trezeguet e al 20' della ripresa atterra Del Piero per il secondo rigore a favore della Juventus.
Maggio: voto 7. Si vede poco, o meno di altre volte, fino al 40', quando raccoglie un pallone che rimbalza male fuori dall'area e con un gran destro batte Belardi da fuori area per il momentaneo 2-2. Nel secondo tempo torna ad essere il solito motore del centrocampo, tanto da sfiorare al 17' il terzo gol.
Sammarco: voto 6,5. Dalla destra sfiora il gol del pareggio al 10'. Porta la solita qualità a centrocampo, e non è poco.
Palombo: voto 6. Argina le incursioni dei compagni di reparto in una giornata un po' troppo «free» ma al 13' atterra ingenuamente Del Piero dentro l'area regalando il momentaneo raddoppio su rigore di Trezeguet.
Franceschini: voto 6,5. Grande lavoro con Pieri e Sammarco, ieri si è visto poco ma ha sbagliato poco o nulla. (13' st. Delvecchio 6,5 sfiora il gol di testa quando la squadra si trova sotto per 3-2).
Pieri: voto 6. Dal fondo guadagna più di un corner e spesso accelera la manovra.
Bonazzoli: voto 5,5. È chiamato a sostituire l'infortunato Bellucci ma non riesce ne a pungere ne a creare gli spazi giusti per Cassano. Poi ha un guizzo al termine del primo tempo quando viene atterrato da Chiellini in area ottenendo il rigore. (26' st. sostituito da Montella: voto 7. L'aeroplanino raccoglie un assist di Cassano e regala con un gran destro il 3-3 dimostrando di essere tornato alla grande).
Cassano: voto 7. Magie e dolori. Un altro gol, un'altra perla quando al 22' si «beve» Legrottaglie e insacca alle spalle di Belardi (complice una deviazione di Molinaro), dedicando con un bacio il decimo gol del campionato alla fidanzata Carolina, presente in tribuna. Poi non riesce a segnare quello più facile, su rigore al 45' e perde palla a centrocampo in occasione del gol di Del Piero. Per il resto le solite grandi giocate, come quella ad inizio ripresa, dove un grande Belardi gli dice di no. Unico.
All. Mazzarri: voto 6,5. Mette in campo la migliore squadra possibile, riproponendo anche Campagnaro dal primo minuto. Nel suo caso si pensa più al futuro che al presente.
Arbitro: Valeri di Roma 6,5. Non sbaglia sul fallo commesso in area da Palombo su Del Piero, ma nemmeno su quello di Chiellini su Bonazzoli e sul terzo di Accardi su Del Piero, poi lascia colpevolmente correre sugli interventi troppo duri di Sissoko, che viene cacciato dal campo solo al 14' della ripresa dopo l'ennesimo fallo su Sammarco.