Cassano: milioni nella spazzatura

Madrid. Una sentenza senza appello. Il quotidiano sportivo spagnolo As titolava ieri: «Cassano, 5,5 milioni di euro buttati nella spazzatura». Inesorabile l’analisi sul barese, il cui ingaggio galactico è «il più inspiegabile, assurdo e sospetto» fatto dal Real Madrid durante l’ormai tramontata era di Florentino Perez. La pioggia di critiche arriva dopo la «horrible patada a la hierba», l’orribile calcio a vuoto che sabato ha mandato in fumo un’occasione d’oro durante l'ultima partita di Liga contro la Real Sociedad, finita 1-1. Finora per Cassano 479 minuti giocati e solo tre partite da titolare, con due gol all’attivo. Ecco allora che i conti non tornano rispetto ai 5,5 milioni di euro pagati nello scorso gennaio. Inoltre As sottolinea le cattive condizioni fisiche in cui l'ex giocatore della Roma è giunto a Madrid («con 11 chili in più addosso»), ma anche il carattere del giocatore e «l’indolenza» che mostra durante gli allenamenti.