Cassano prenota la «numero 10»

(...) Avevo una grande voglia di ricominciare». Il primo a salutarlo, arrivato in ritiro due sere fa a Moena, è stato il presidente Riccardo Garrone e Cassano gli ha subito detto: «Ha visto come sono magro, non ho preso nemmeno un etto». L'attaccante della Nazionale sembra rigenerato dai pur sfortunati Europei e dal nuovo amore che ha trovato a Genova. Così nel primo giorno di allenamento ha trascorso più di qualche minuto anche a firmare autografi: i tifosi erano autorizzati ad entrare uno alla volta all'interno del cancello che delimita il campo per riuscire ad ottenere un ricordo di Fantantonio. E poi c'è un'altra curiosità: il fantasista barese potrebbe anche decidere di abbandonare la maglia 99 e indossare la numero 10, quella che era di Francesco Flachi. L'ex blucerchiato, passato all'Empoli, sarebbe ben felice di cedergli la casacca più prestigiosa. Cassano deciderà solo nei prossimi giorni.
Ieri poi c'è stato anche il primo approccio con il compagno di reparto, Bruno Fornaroli. In realtà più che un contatto di campo è stato un dialogo fitto fitto, visto che il bomber a Madrid ha imparato lo spagnolo. Un aiuto in più per l'ultimo arrivato di casa Samp.