«Cassano può vincere anche da solo»

Caracciolo: «Spero che Antonio mi aiuti a buttarla dentro»

Mazzarri lo schiera dal primo minuto, Marotta lo spinge addirittura a compiere un'impresa: «Cassano ha i mezzi tecnici per vincere questa partita da solo». L'amministratore delegato blucerchiato crede nelle grandi potenzialità che il fantasista di Barivecchia può tornare ad esprimere dopo aver segnato la prima rete in campionato domenica scorsa contro l'Atalanta, ma crede anche nella possibilità di passare il turno nonostante il risultato sfavorevole dell'andata (il 20 settembre il match terminò 2-2- con gol di Delvecchio, Prica, Johansson, Bellucci). Contro l'Aalborg questa sera in Danimarca la Sampdoria potrà solo vincere o pareggiare dal 3-3 in su. Impresa non impossibile per Marotta (i blucerchiati sono passati anche dal 58º al 48º posto della classifica stilata dall'Istituto mondiale di storia e statistica del calcio dopo la vittoria con l'Atalanta): «Vogliamo onorare fino in fondo la competizione - spiega ancora Marotta -, e poi sia la società che i nostri tifosi in questo impegno credono fortemente. Certo, il campionato è fondamentale: ma superare l'Aalborg e arrivare alla fase successiva regalerebbe un palcoscenico importante, in sintonia con il blasone della Samp. Sarà difficile, ma resta ben salda la convinzione di avere i mezzi per farcela. Dovremo essere spregiudicati, abbiamo un unico risultato a disposizione ma l'avversario è alla nostra portata e io sono fiducioso. Se poi arriva anche quella fortuna che all'andata ci ha abbandonato...».
Insieme a Cassano, nel tridente, ci saranno Delvecchio e Caracciolo, che andrà a sostituire Vincenzo Montella, preservato per la gara di domenica contro il Torino. Proprio l'Airone aspetta ancora il primo gol della stagione: «Sono convinto del fatto - spiega Caracciolo - che sto lavorando bene sin dall'inizio della stagione e piano piano sento che migliora anche la forma. È che manca il gol, solo quello. Ho avuto le mie buone occasioni, assist da trasformare come si deve me ne sono capitati. Opportunità che ho sprecato e ora vorrei tornare finalmente a segnare».
Anche perché la concorrenza in avanti quest'anno proprio non manca: «Ho la fortuna di avere con me grandi giocatori - spiega l'attaccante - e da gente come Montella si impara sempre. Cassano come Baggio? Le qualità ci sono, anche se Antonio è ancora giovane e quando ho giocato con Roberto lui chiudeva la sua carriera: ecco, sarebbe bello mi mettesse lui un bel pallone sulla riga, da appoggiare dentro...». Per Marotta quindi Cassano sarà il giocatore determinante della sfida di questa sera, mentre Caracciolo aspetta l'assist dal numero 99. E tornare al gol per l'Airone sarebbe come rinascere anche se lo stesso Mazzarri due giorni fa ha elogiato il suo giocatore: «Io sono soddisfatto di Caracciolo. Forse un po' ha risentito della concorrenza, ma credo in lui». E l'attaccante risponde così: «Sono felice che il mister abbia detto queste cose. A volte ad esser sinceri una caramella può anche aiutare». Adesso dovrà essere l'ex palermitano a ricambiare le parole del tecnico. Magari con un gol che possa regalare alla Sampdoria la qualificazione. Magari da un assist di Cassano.