Cassano salta la Juventus e la Roma

Già venerdì Antonio Cassano era stato costretto a saltare la partitella per un piccolo fastidio muscolare, poi ieri è arrivato il forfeit definitivo. Tanto che, per un risentimento alla coscia, il fantasista di Barivecchia è rimasto chiuso negli spogliatoi e non ha potuto svolgere la consueta rifinitura del sabato. Ennesimo infortunio, insomma, per il numero 99 blucerchiato che per la gara di questo pomeriggio contro la Juventus non è nemmeno stato convocato; per la quarta volta il problema muscolare è al flessore della coscia sinistra. Sampdoria in evidente emergenza quindi in fase d'attacco, visto che Caracciolo è nella lista dei partenti e che Bonazzoli sarà costretto, dopo aver giocato per quasi l'intero match contro il Cagliari, a fare gli straordinari. Si torna al più classico 4-4-2 e addio al fantattacco che nelle ultime settimane aveva regalato ai suoi tifosi una pioggia di gol. Contro la Juventus Mazzarri dovrà così rinunciare, proprio in un momento particolarmente positivo per la squadra, al suo giocatore più rappresentativo. Domani saranno svolti ulteriori accertamenti ma non è escluso che Cassano sia costretto a dare forfeit anche per l'attesissima gara per la partita di Coppa Italia contro la sua ex squadra, la Roma, mentre sembra più probabile che il giocatore possa rientrare invece per la sfida di ritorno, quella dell'Olimpico il mercoledì successivo.
Eppure il venticello che aleggiava su Bogliasco portava aria positiva. Tanto che anche Mazzarri sperava in un colpaccio: «A me piace andare coi piedi di piombo, e vedere un po' di continuità. Però ho visto i miei giocatori stare bene come voglio io. Vorrei che nel girone di ritorno la squadra facesse definitivamente sua la mentalità che le chiedo, e che continui a stare bene. Lo dico con speranza e con fiducia». Per dare continuità dopo la bella prova con il Palermo la Juventus, tra l'altro, non è certo l'avversaria ideale, almeno sulla carta, soprattutto senza Cassano: «Lo vedremo dopo la partita ma possiamo prendere questa gara come un banco di prova. Io spero solo di trovare la mia squadra in salute come l'ho vista col Palermo, e allora non sarà facile nemmeno per la Juventus».
È chiaro però che l'infortunio all'attaccante pugliese adesso obbliga a cambiare le carte in tavola, visto che la doppia fantasia di Cassano e di Bellucci non ci sarà. Non sta meglio nemmeno la Juventus che dovrà rinunciare a Nocerino squalificato e a Chiellini, infortunato. Anche se ovviamente il problema più grande è quello di Mazzarri che per l'ennesima volta sarà costretto a giocare contro una grande senza il giocatore più in forma della squadra e soprattutto quello in grado di far fare il salto di qualità.