Cassano alla Samp, per Marotta si può fare

Antonio Cassano resta dietro l'angolo. Adesso la Sampdoria è in attesa della risposta del Real Madrid che deve accettare l'offerta del club blucerchiato: 1,2 milioni di euro per l'ingaggio dell'attaccante. Punto e fine. Il resto lo dovrà pagare il club di Calderon.
E che la trattativa sia a buon punto lo ammette anche l'amministratore delegato della società Beppe Marotta: «È certamente un'ipotesi suggestiva, affascinante - spiega il dirigente di Corte Lambruschini - è uno dei giovani di maggior talento del calcio italiano, è ovvio che la Sampdoria sia interessata ad un giocatore così importante». Marotta risponde anche a chi dice che l'attaccante, attualmente fuori rosa al Real Madrid, può portare squilibrio nello spogliatoio, suscitando anche qualche invidia: «Cassano adesso è un uomo - taglia corto Marotta - sa che la stagione che sta per iniziare può essere importante per la sua carriera e sa bene di non dover ripetere certi atteggiamenti che in passato lo hanno penalizzato».
Però si attende entro oggi o al più tardi domani il sì definitivo del Real: Cassano vuol tornare in Italia e non ci sono altre squadre che stanno facendo concorrenza alla Samp, se non un timido interessamento da parte del Parma. Il Real dovrà però pagare 3 milioni di euro di ingaggio. «Abbiamo parametri economici molto rigidi - continua ancora Marotta - ma è chiaro che per un'ipotesi di questo genere deve intervenire in aiuto il Real Madrid». L'attaccante barese, dopo aver parlato anche con l'amico Vincenzo Montella, suo compagno ai tempi della Roma, ha ribadito di volere solo la Samp: «Questo ci onora - conclude l'amministratore delegato blucerchiato - ed è per questo che stiamo attenti a come si evolve la trattativa».
Intanto la Sampdoria ha rinnovato l'accordo con La 7 Cartapiù che proporrà tutti gli incontri in casa e in trasferta dei blucerchiati. Magari trasmetterà le prodezze del tridente Montella-Cassano-Bellucci. E in attesa dello stesso Cassano la campagna abbonamenti è stata prorogata al 5 settembre.