Cassano sempre più blucerchiato

Diciamo che è un ulteriore tassello che completa il puzzle. Le parole di Beppe Marotta certificano il fatto che siamo passati alla fase due dell'operazione Cassano. Cioè bisogna raggiungere un'intesa con il Real Madrid perchè non ci sarebbero ostacoli tra l'attaccante doriano e il talento barese. «Non c'è alcun problema con il suo procuratore Giuseppe Bozzo, bisogna solo superare l'ostacolo Real Madrid: e abbiamo tempo, comunque, fino al prossimo dieci giugno». Lo ha detto ieri l'amministratore delegato della Sampdoria. «Noi vogliamo andare avanti con Cassano e lui con noi», ha aggiunto il dirigente blucerchiato interpellato da Radio Kiss Kiss. Di certo, la conferma di Marotta suona come un importante passo in avanti verso il lieto fine della trattativa. Rimane ancora incertezza sull'ingaggio, si parla dai 2,6 ai tre milioni di euro all'anno per il giocatore, ma indubbiamente siamo oltre la metà di questo cammino. Adesso, manca l'ultimo accordo con i galacticos che avevano fissato il prezzo del riscatto a 5,5 milioni di euro, mentre la Samp, adesso, vorrebbe scendere a 4,5. Le prossime settimane saranno decisive, ma c'è ancora tempo visto che il conto alla rovescia terminerà il 10 giugno.
Ieri Marotta ha parlato anche di altri possibili arrivi. «Gli acquisti in chiave futura? Diamo sicuramente un occhio al bilancio e credo che non prenderemo giocatori che costano un sacco di soldi. Paloschi? È un giovane interessante, bravo, di sicuro avvenire e che deve maturare giocando con continuità», conclude Marotta. Intanto, ieri pomeriggio partitella in famiglia per la truppa doriana, l'occasione per le prove tecniche in vista della gara con la Reggina. Brutte notizie per Walter Mazzarri, Gastaldello ha accusato un risentimento al polpaccio sinistro che lo mette in dubbio per domenica. E sarebbe un problema per il tecnico doriano che dovrà rinunciare in difesa allo squalificato Accardi.