Cassano trascina l'Italia Irlanda del Nord battuta Nazionale da record

Con un secco 3 a 0, la Nazionale di Prandelli stende l'Irlanda nell'ultima gara per la qualificazione agli Europei 2012

Doveva essere la serata di Giovinco. E' stata quella di Cassano. Infatti il talento barese con una doppietta spiana la strada agli azzurri che passeggiano contro l'Irlanda del Nord nell'ultima partita del girone per la qualificazione agli Europei 2012. Il milanista apre le marcature al 21' girando in porta con un destro al volo un lungo lancio di De Rossi. Poi, al 53' raddoppia con un preciso diagonale. La terza rete azzurra la segna McAuley, che devia nella sua porta un cross di Balzaretti. La Nazionale di Prandelli chiude a 26 punti, record in un girone di qualificazione.

"Sono molto soddisfatto della prestazione, siamo stati bravi a mantenere l'equilibrio e un buon ritmo. Stasera la squadra è rimasta sempre concentrata, con una prima parte di grande aggressività". E' soddisfatto Cesare Prandelli ai microfoni di RaiSport, che poi aggiunge: "Abbiamo fatto tre gol, ne abbiamo cercati altri ma l'importante è non buttar mai via la palla. C'è anche un avversario da rispettare".

"Ho 29 anni, sono da dieci in nazionale però ho solo 25 presenze, faccio sempre dentro e fuori. Sono stressato. Vorrei fare un buon Europeo ed un buon Mondiale, poi mi ritiro. Smetto a 33 anni, voglio lasciare quando sto ancora bene". Nel dopo-partita di Italia-Irlanda del Nord, Antonio Cassano annuncia che vuole lasciare il calcio. "Sono stressato, sono 13 anni, qualsiasi cosa che dico non va bene - continua Cassano -, quindi a 33 anni esco dal calcio e mi godo la famiglia, spero di avere altri due o tre figli".