Cassano vuol fare uno scherzo al suo ex Ct

Per la prima volta dopo gli Europei Antonio Cassano e Roberto Donadoni si rincontreranno. Oggi la gara tra Sampdoria e Napoli sarà anche l'abbraccio tra il fantasista blucerchiato e l'ex ct della Nazionale: quello che lo ha convocato, quello che Cassano ha ripagato anche se «giocavo nella posizione di terzino». La scelta di chiamare in azzurro il bomber di Barivecchia è stata criticata pochi giorni fa da Marcello Lippi, che ha dichiarato alla lettera: «Chi ha ceduto alle pressioni della stampa per le convocazioni non ha fatto molta strada nell'Europeo»; chiaro il riferimento Donadoni. Alla polemica con Lippi, ieri subito prima della rifinitura, il tecnico del Napoli non ha abboccato: «Non mi sembra che Lippi abbia fatto il mio nome, non mi sento chiamato in causa, e poi ognuno fa le sue valutazioni. Cassano secondo me è un giocatore di grande qualità, che ha nelle corde valori importanti. Con lui ho avuto un ottimo rapporto. Io comunque sono attento alla mia squadra e se noi esprimiamo un certo tipo di atteggiamento, possiamo mettere in condizione gli avversari di essere meno bravi, compreso Cassano».
Insomma, Donadoni sta preparando una gabbia per l'attaccante blucerchiato che scenderà in campo al fianco di Giampaolo Pazzini. Una strana domenica, quindi, quella di oggi al Ferraris: da una parte c'è la curiosità di vedere come il numero 99 ha reagito alla non chiamata in Nazionale, dall'altra c'è altrettanta curiosità nell'osservare la gara di Pazzini dopo la sfortunata serata con la maglia azzurra in occasione dell'espulsione contro l'Eire dopo appena 3 minuti. Insomma, tante sfide in una partita che in realtà per la classifica dirà ben poco, anche se il Napoli è costretto a tornare alla vittoria dopo l'esonero di Reja e un pessimo girone di ritorno.
Mazzarri invece, nonostante abbia dichiarato di essere pronto per un gran finale, ieri ha meditato un esclusione eccellente. Alla fine però non dovrebbero esserci importanti novità nella formazione di questo pomeriggio, con la riconferma della squadra già scesa in campo contro il Torino. Non ce la fa Stankevicius, con Raggi pronto a subentrare dal primo minuto. Palombo torna in regia, mentre potrebbe esserci un ballottaggio tra Dessena e Sammarco. Donadoni invece dovrà rinunciare a Blasi squalificato e a Lavezzi che lunedì si è infortunato con la Nazionale argentina e che non è nemmeno stato convocato per la sfida di oggi.