Castagne attorno al fuoco E l’inverno è il benvenuto

Giulia Rossi

Di un bel colore rosso vivace, profuma di lampone e frutti maturi e fa pensare all’autunno. È il novello, il vino delle caldarroste, delle serate davanti al camino e dei sapori che si accompagnano ai primi freddi, amato sempre di più specialmente dai giovani e da chi si avvicina al mondo del vino per la prima volta. Al novello è dedicata la giornata di domani, in cui le cantine del Lazio associate al Movimento turismo del vino spalancheranno le porte a tutti i curiosi e appassionati. Una data significativa, quella di «Novello in cantina», anche perché la degustazione del novello permette una prima valutazione dei vini che verranno messi in commercio e rivela molto sulla qualità dell’annata. È un vino che non perdona infatti i difetti della frutta d’origine, ma ne esalta al contrario profumi e sapori, percepibili con immediatezza, pronti a essere colti direttamente dal bicchiere. Dalle 10.30 alle 18.30, chi ama il piacere del bere semplice e genuino potrà godersi un interessante itinerario tra le più belle cantine del Lazio in una fase calda della vinificazione a breve distanza della vendemmia e qui gustare, in un clima allegro e conviviale, anche salumi, formaggi freschi e caldarroste. A Roma l’appuntamento è nelle aziende agricole Cantina del Tufaio, Cantina Villafranca Cecchina di Albano, Casale Vallechiesa, Castello di Torre in Pietra e Donnardea, mentre in provincia di Frosinone l’indirizzo da segnare è quello di Casale della Ioria. Dalle parti di Latina si può andare da Cantina Sant’Andrea, Casale del Giglio, Ganci e Milone e Marco Carpineti.
Grande novità di questa seconda edizione della manifestazione è la cantina intesa come spazio d’arte, bottega di giovani artisti che, tra botti e vino, immersi nel piacevole universo di Bacco, creeranno opere nuove e originali. Pittori, poeti e scultori si metteranno alla prova in contesti insoliti, ma ricchi di fascino e storia, fonte di sicura ispirazione. «Da sempre - spiega il presidente del Movimento turismo vino del Lazio Rossana De Dominicis - cerco di unire cultura del vino e cultura dell’arte». L’iniziativa è realizzata da Movimento turismo del vino con la collaborazione dell’associazione per la tutela del patrimonio artistico «Restaurando» e con i Donatori italiani di midollo osseo (Dimos). Per informazioni www.mtvlazio.com o 06-8604694.