Castelletto, da quartiere a «cantiere» residenziale

(...) Un ottimo lavoro quindi, peccato che abbia il sapore di uno zuccherino dato agli abitanti di Castelletto per poi ingoiare i bocconi amari previsti nei prossimi trecentosessantacinque giorni. Per importanza e durata dei lavori, il cantiere più importante sarà quello di corso Carbonara, allestito lo scorso 1° agosto e operativo a partire da domani mattina, 7 giorni su 7, dalle 7 alle 22, fino al 1° agosto 2012. I lavori serviranno per la realizzazione del pozzo di ventilazione della galleria ferroviaria San Tommaso, un'opera importante nel nodo ferroviario di Genova nell'ambito del sestuplicamento della linea Principe-Brignole. L'area di corso Carbonara interessata è quella che va dai civici 12-18 lato monte e 7-9 lato mare (la parte alta della via, quella che dai giardini Tito Rosina porta al curvone verso l'incrocio con piazza Villa). Davanti ad un'opera così ingente ed invasiva, non potevano non sollevarsi polemiche. In primo luogo la protesta di molti cittadini per il divieto di sosta imposto nella suddetta parte di corso Carbonara. In tanti hanno infatti lamentato una pessima tempistica nella promulgazione dell'ordinanza, unita al fatto che ai primi di agosto in molti sono in vacanza e di conseguenza impossibilitati a spostare le proprie auto lasciate parcheggiate. Fortunatamente da parte della Polizia Municipale è stato usato del buon senso e molta cortesia, facendo slittare il divieto dal 1 agosto all'8, data di inizio dei lavori. In questa settimana i Vigili si sono anche impegnati a rintracciare i proprietari delle auto lasciate parcheggiate, cercando quindi di venire il più possibile incontro al disagio dei cittadini. Su corso Carbonara, però, le lamentale non si esauriscono sulla questione parcheggi. Tanti cittadini dal pollice verde infatti hanno voluto vederci chiaro anche sulla questione legata agli alberi secolari.
Dall'assessorato alle Manutenzioni hanno fatto sapere che gli alberi sani verranno temporaneamente impiantati in un vivaio mentre quelli malati abbattuti e sostituiti a fine dei lavori. A parole sembrerebbe quindi tutto nella norma, ma il beneficio del dubbio di un lavoro alla Carlona resta. L'ultimo (?) disagio legato a corso Carbonara dovrebbe poi verificarsi da settembre con l'apertura delle scuole. Tra la Mazzini di corso Firenze e il Colombo-Don Milani di corso Carbonara, si parla di centinaia di bambini e relativi genitori che dovranno convivere col disagio del cantiere. Dopo corso Carbonara, i lavori più contestati sono quelli di manutenzione per la funicolare di Sant'Anna, che collega piazza Portello con via Bertani all'incrocio con corso Magenta. I lavori di manutenzione sono iniziati lo scorso 23 luglio e l'aspetto più assurdo è che non è stata fissata una data per il termine, o meglio, si parla di «fine dei lavori ad inizio 2012». Al di là della cattiva comunicazione sulla scadenza, ciò che rimane ora ai cittadini è il disagio di non avere più un servizio strategico, soprattutto per gli anziani, e, ancora peggio, di non avere un mezzo sostitutivo. L'unica «trovata» di Amt è stata prolungare l'orario di chiusura dell'ascensore di Castelletto levante (anch'esso sotto lavori di manutenzione, ma attivo) alle 00,30, costringendo poi i cittadini ad attendere l'interscambio con la linea 36. La questione della funicolare di Sant'Anna è destinata a far discutere ancora a lungo, con i cittadini che si stanno organizzando in una raccolta firme e il consigliere comunale Lilli Lauro pronta a dar battaglia in Sala Rossa. Rimanendo sempre in ambito di trasporti, la situazione non va meglio in Spianata dove l'ascensore di Castelletto ponente (quello meno «famoso» che porta nella Galleria Garibaldi, tra Portello e la Zecca) è chiuso per manutenzione, anche qui senza alcuna scadenza di fine lavori. Volendo poi ultimare il quadretto dei cantieri di Castelletto ci sono anche altri interventi, di minore impatto, che stanno tartassando la zona. Dai lavori per la creazione di una nuova fermata dei bus in piazza Manin (in direzione Corvetto), fino al rifacimento del marciapiede in corso Firenze tra i giardini Pellizzari e il belvedere Don Ga. L'anno di passione è appena iniziato.