Tra castelli e borghi medievali a suon di musica

E sono ventuno. Ventun’anni che l’associazione Corelli organizza il festival «Musica nei castelli» nei paesi, nei castelli appunto e per le strade della Liguria per far conoscere al grande pubblico i luoghi più incantevoli della regione musica e spettacolo. Ed ecco che per festeggiare il suo compleanno, l’associazione ha deciso di organizzare una kermesse con quaranta concerti, trentasette gruppi per oltre centotrenta artisti provenienti da Italia, Argentina, Cuba, Irlanda, Usa e Ungheria.
Si comincia stasera nella suggestiva cornice del centro storico di Calice Ligure con il blues di Paolo Bonfanti. Uno degli eventi dell’estate in Liguria sarà il concerto di Edoardo Bennato il 5 agosto a Borghetto Santo Spirito. Ma per la musica d’autore, in cartellone ci sono anche gli spettacoli di Vittorio De Scalzi, Giorgio Conte, Andy dei Bluvertigo e il giovane cantautore savonese Zibba, oltre alle performance con due tra i più famosi collaboratori di Ivano Fossati, il chitarrista Armando Corsi e l’arpista Vincenzo Zitello.
Grande spazio verrà dedicato alla musica celtica ed etnica con il Grupo Company Segundo da Cuba, il ritmo e la vivacità del gruppo Fekat dall’Etiopia e il fascino arcaico delle polifonie della Carsica con Barbara Furtuna e il rock occitano dei Lou Dalfin. Musica e non solo, perché quest’anno la rassegna si apre anche al teatro con David Riondino e l’attore genovese Mauro Pirovano. Il tutto sul palco di trenta tra le località più suggestive della Liguria: dai castelli di Isolabona e Campo Ligure, dal parco di sculture «Kriester» a Vendone, le grotte di Borgio Verezzi, Toirano, Bergeggi e ancora i Giardini Hanbury di Ventimiglia. I borghi medievali di Ceriana, Borgomao, la Chiesa di San Paragorio a Noli e il sagrato della Chiesa di San Niccolò ad Albisola superiore.