Il Castello diventa tempio all’aperto della lirica

Ritorna l'appuntamento con la lirica al Castello sforzesco. La rassegna di opere si svolgerà nel cortile della Rocchetta, luogo particolarmente felice per l'acustica e per l'atmosfera di suggestiva intimità. A volere il rilancio del programma lirico «sforzesco» è l'assessore al Turismo, Marketing Territoriale e Identità Massimiliano Orsatti, che ha sottolineato la forte presenza di turisti agli appuntamenti in calendario. «Ben 450 visitatori - ha detto - hanno acquistato pacchetti turistici comprensivi di biglietto teatrale. Un numero significativo, tanto da far pensare, per le prossime edizioni, a una serata interamente dedicata proprio a loro». E già si parla di trasferire la manifestazione nel più ampio Cortile delle Armi, per quadruplicare la capienza complessiva.
Il sipario si aprirà il 18 luglio su «Tosca» di Giacomo Puccini (ma è già tutto esaurito), in replica il 19 e il 20. Nel weekend successivo (25, 26, 27 luglio) andrà in scena «La Traviata» di Verdi, mentre l'1, 2 e 3 agosto sarà la volta di «Rigoletto». A questi tre classici dell'opera italiana si aggiungeranno tre concerti dedicati alle più famose arie della lirica e dell'operetta: «Lirica sotto le stelle», il 21 luglio, sotto la direzione artistica di Emiko Kubota, fondatrice dell'Associazione Internazionale Lirico Concertistica; «Gran Galà dell'Operetta», in programma il 28; «Eroine Pucciniane» (4 agosto), una selezione di romanze in omaggio al maestro lucchese per i 150 anni dalla nascita. Gli ultimi due appuntamenti sono a cura della Compagnia Teatrale Meneghina, attiva dal 1924.
La regia delle tre opere è affidata a Mario Migliara; l'orchestra la Filarmonica di Milano, compagine giovane (nata nel 2002) i cui membri sono neodiplomati al Conservatorio Verdi e all'Accademia di alto perfezionamento della Scala. A dirigere i musicisti, la Corale Ambrosiana e i cantanti saranno Pierangelo Gelmini (Tosca), Vito Lo Re (La Traviata) e Roberto Gianola (Rigoletto). Le serate, tutte con inizio alle 21, sono ad ingresso gratuito. I biglietti, 500 per ciascun evento (ma ai posti a sedere si aggiungeranno ingressi «in piedi» per i primi 200 a presentarsi), vengono distribuiti all'assessorato al Turismo (via Bagutta 12) a partire dalle 10 del lunedì precedente gli spettacoli (info 02-795892).