Il castello di Dracula ora diventa un museo

La residenza del leggendario conte vampiro torna agli Asburgo. I proprietari hanno deciso: non la vendiamo, la apriremo al pubblico

Nessuno abiterà nel castello di Dracula. Nemmeno gli Asburgo, proprietari della magione di Bran, in Transilvania. La residenza che, secondo la leggenda, apparteneva al crudele vampiro sarà trasformata in un museo privato. L'idea è dell'attuale proprietario, Dominic d'Asburgo, che ha anche raccontato di volersi occupare direttamente del castello perché lo sente come «casa sua». Ma, nonostante l'affetto, non ha intenzione di viverci: quindi ha deciso di aprirlo ai visitatori e ai fan di tutto il mondo, in veste di museo. In vendita? La decisione è stata appena annunciata, dopo una lunga querelle con lo stato romeno e dopo numerosi voci che davano il castello prima vicino alla vendita, poi lì lì per diventare un parco a tema. Dominic ha smentito. Nipote della regina Maria, a cui il castello fu donato dalla città di Brasov nel 1920 e figlio della principessa Ileana, Dominic d'Asburgo ha trascorso a Bran parte della sua infanzia ed è molto legato alla residenza. Le offerte ricevute - ha spiegato - non erano abbastanza interessanti; anzi alcune erano «ridicole» o poco affidabili. Dominic è arrivato in Romania con le sorelle per discutere la faccenda con le autorità: il castello era di proprietà della sua famiglia fino a qualche decina di anni fa, quando gli Asburgo furono cacciati dal regime comunista; il 18 maggio tornerà nelle loro mani. In realtà è stato restituito agli Asburgo già nel 2006 ma, fino ad ora, la gestione è rimasta al ministero della Cultura. A maggio ci sarà il passaggio di consegne ufficiale e, proprio per questo, Dominic si è recato a Bran. La leggenda del vampiro Il nobile non ha dubbi: il castello «non ha prezzo» e lo considera la sua «casa di bambino»: ci ha vissuto per lunghi periodi, fino ai dieci anni e ora vuole occuparsi del castello. Un bene così prezioso che, secondo lui, anche l'area circostante dovrebbe essere tutelata dalle autorità. Dominic si fermerà fino ai primi di febbraio, ma non è previsto alcun trasloco. «Mi sento a casa in Romania - ha spiegato - Ho vissuto in molti luoghi, ma sarebbe difficile per me trasferirmi qui ora». La leggenda del principe Vlad, il temutissimo «impalatore» che ispirò il personaggio del conte Dracula, è ancora viva, ma è meglio preservarla in un museo.