Castro editorialista contro Bush

L'Avana - Fidel Castro è tornato. Il lider maximo ha pubblicato oggi il suo primo articolo da quando ha subito un'operazione chirurgica, otto mesi fa. In un editoriale, Castro accusa gli Stati Uniti di condannare a una morte prematura 3,5 miliardi di esseri umani con le sue raccomandazioni di usare combustibili derivati da cereali. Sotto il titolo "Condanna a una morte prematura per fame e sete di più di tre miliardi di persone nel mondo", l'articolo sul numero odierno di Granma, l'organo del Partito comunista cubano, è un commento sulla recente riunione del presidente George W. Bush con gli industriali americani del settore automobilistico. "Questa non è una cifra esagerata, è semmai una cifra prudente", ha scritto il lider cubano. Fonti governative cubane hanno detto che Castro, che ha 80 anni, si sta riprendendo bene dall'operazione chirurgica allo stomaco che gli è stata fatta lo scorso luglio e che potrà presto riprendere un ruolo più attivo nel governo. Ieri anche Ramon Castro, fratello maggiore di Fidel, ha detto che il presidente "sta molto bene".