Catania riorganizza le Ferrovie dello Stato

Cambiano i manager e supervisione della holding su 4 unità operative

da Milano

Una nuova squadra guiderà le Ferrovie dello Stato. Ieri l’amministratore delegato, Elio Catania, ha comunicato le decisioni prese per far fronte all'emergenza organizzativa esplosa nelle ultime settimane e alla quale il governo aveva chiesto rimedi immediati. Ma la risposta di Catania è andata oltre il ricambio della formazione in campo, proponendo un più articolato riassetto societario: rinasce, infatti, la direzione per il trasporto regionale che viene affidata a Giancarlo Laguzzi, attuale amministratore delegato di Sita, la società per il trasporto su gomma del gruppo. Vengono, inoltre, costituite una direzione lunga percorrenza, che viene affidata ad interim a Roberto Testore, e una direzione passeggeri alta velocità che farà capo a Donato Carillo. Nel nuovo organigramma di Trenitalia Massimo Ghenzer, direttore operativo della società, rimarrebbe a disposizione dell'azienda.
Novità anche nella holding. Il piano di Catania mira a rafforzare il ruolo di supervisione e di coordinamento della holding anche sui processi operativi. Pertanto verranno costituite quattro nuove unità operative. Si tratta del presidio puntualità affidato a Giancarlo Paganelli e del presidio di programmazione integrata affidato a Franco Marzioli. Nasce poi la commissione per i piani d'emergenza che farà capo a Valerio Giovine e il comitato di controllo investimenti che sarà affidato a Giancarlo Basile.