A Catania salta Atzori: in panchina c'è Mihajlovic E' il nono cambio in A

Il tecnico serbo arriva sulla panchina degli etnei, chiamato a una
salvezza che si annuncia difficile almeno come quella conquistata a
Bologna l'anno scorso. Decisiva la sconfitta per 3-2 di domenica a Siena

Catania - Sinisa Mihajlovic è il nuovo allenatore del Catania. Sostituisce Gianluca Atzori. Lo conferma l’ad della società, Pietro Lo Monaco, annunciando che il neo tecnico degli etnei ha firmato un contratto che lo lega alla società siciliana fino al giugno del 2011. La notizia di Sinisa Mihajlovic nuovo tecnico del Catania è confermata dal sito della società, con una nota nella quale si legge che la dirigenza siciliana ha "sollevato l’allenatore Gianluca Atzori dall’incarico della conduzione tecnica della prima squadra". Il Catania rivolge ad "Atzori un ringraziamento per l’impegno profuso e la serietà professionale, con l’augurio delle migliori fortune nel prosieguo della carriera.

Come a Bologna Mihajlovic e il suo vice Dario Marcolin verranno presentati ufficialmente alla stampa oggi alle 10,30 nella conferenze del Park Hotel Mancini di Roma". Mihajlovic oggi stesso dirigerà il suo primo allenamento della squadra rosso-azzurra che arriverà in mattinata a Roma dove resterà in ritiro, fino a sabato, per preparare la partita di domenica prossima al Massimino con il Livorno. Per l'ex vice di Mancini all'Inter si tratta di un'impresa difficile quasi come la salvezza conquistata a Bologna lo scorso anno. Decisiva per Atzori la sconfitta di Siena per 3-2.

La nona panchina Con l’esonero di Atzori e l’arrivo di Mihajlovic al Catania diventano nove i cambi di allenatori in serie dopo 15 giornate di campionato. Prima di Atzori il Palermo aveva esonerato Walter Zenga chiamando al suo posto Delio Rossi. Doppio cambio al Siena: prima via Marco Giampaolo per Marco Baroni, poi via anche Baroni per Alberto Malesani. In precedenza sono saltate altre cinque panchine; quelle del Bologna (Franco Colomba al posto di Giuseppe Papadopulo), del Livorno (Serse Cosmi per Gennaro Ruotolo), della Roma (Claudio Ranieri per Luciano Spalletti), dell’Atalanta (Antonio Conte per Angelo Gregucci) e del Napoli (Walter Mazzarri per Roberto Donadoni).