Catena umana per il rispetto della legalità

Il candidato sindaco del Pdl accolto da una folla festante di sostenitori

Una catena umana «per la legalità» lunga 3,2 chilometri da via Ettore Rolli all’Ara Coeli «per unire il Campidoglio alla realtà di quartieri per troppo tempo abbandonati a se stessi». Così l’ha descritta il candidato a sindaco del Pdl Gianni Alemanno, presentando l’iniziativa «Catena umana per la legalità»: da piazza Enrico Fermi, nel XVI municipio è partito un pullman scoperto con a bordo i candidati al Comune e alla Provincia diretti al Campidoglio. «Veltroni per tanti anni è rimasto chiuso nei suoi interessi - ha aggiunto Alemanno parlando al megafono a bordo del pullman - noi vogliamo invece un Comune e una Provincia legate ai problemi dei cittadini». Partita da via Ettore Rolli, la catena umana si è snodata lungo viale Trastevere fino a piazza dell’Ara Coeli coinvolgendo migliaia di cittadini che, dislocati lungo un nastro tricolore allestito sui marciapiedi, hanno salutato il candidato sindaco sventolando bandiere del partito e indossando pettorine con lo slogan «Voglio una città sicura».
Arrivato in piazza del Campidoglio, il candidato del Pdl è stato accolto da un coro di manifestanti: «Alemanno sindaco de Roma». «Più di 3000 persone hanno partecipato a questa iniziativa - ha detto l’ex ministro di An - abbiamo dato un segnale di liberazione, di riappropriazione delle nostre strade. Le vogliamo senza degrado ed insicurezza, vogliamo essere padroni a casa nostra. Sulla sicurezza dobbiamo dare una svolta a questa città». La manifestazione è partita dal XVI municipio, quartiere Marconi, «un quadrante ad alto rischio sicurezza», ha detto il senatore Andrea Augello citando alcuni dati. «Il record per i reati lo detiene il I municipio ma nel XV e XVI nel 2007 ci sono state 315 rapine e 8000 furti, questo significa che qualche migliaio di criminali è all’assalto di questo territorio». Tra i presenti anche la candidata alla Provincia Roberta Moriccioli, Fabio De Lillo, Loreno Bittarelli e i candidati presidenti del XV municipio Marco Palma, del XVI Beatrice De Bono e del I Laura Marsilio. Lungo il percorso della «catena umana» si sono esibite anche 2 bande musicali. Di grande successo, parla Marco Marsilio, capogruppo uscente di An al Consiglio comunale. «Più di tremila persone contro l’illegalità e la violenza, di cui sempre più spesso sono vittime i cittadini di questa città. La manifestazione di oggi è stato tutto questo, un enorme successo di chi ha ben presente i problemi della Capitale, e che, senza retorica, chiede un forte segnale di cambiamento alla politica. La catena umana è stata la voce di chi di solito non ha la forza di farsi sentire».