In cattedrale la Giornata del Malato

«La Chiesa, seguendo l'esempio del Buon Samaritano, ha sempre mostrato particolare sollecitudine per gli infermi. Mediante i suoi singoli membri e le sue istituzioni, continua a stare accanto ai sofferenti e ai morenti, cercando di preservare la loro dignità in questi momenti significativi dell'esistenza umana». Lo ha affermato il Santo Padre, Benedetto XVI, nel messaggio per la quindicesima Giornata Mondiale del Malato che si celebra oggi.
Nello spirito di queste parole si terrà anche a Genova, festa della Madonna di Lourdes, la tradizionale celebrazione in Cattedrale durante la quale verrà amministrato il sacramento dell'Unzione degli infermi. È prevista la partecipazione di mille persone.
Questo il programma della giornata: alle ore 15, ritrovo in piazza San Lorenzo e processione in Cattedrale con la statua della Madonnina di Lourdes; alle 15.30, Santa Messa presieduta dall'arcivescovo monsignor Angelo Bagnasco. Durante la cerimonia verrà ricordato don Franco Minuto, che è stato direttore dell'Ufficio per la Pastorale della Sanità, Canonico della Basilica dell'Immacolata e assistente regionale dell'Unitalsi, scomparso il 1º gennaio scorso.
La Giornata del Malato si celebrerà anche nella Diocesi di Chiavari presso il Villaggio del Ragazzo a San Salvatore, con la partecipazione del vescovo di Chiavari monsignor Alberto Tanasini. la Messa per gli ammalati sarà celebrata alle ore 15.30, dopo di che si svolgerà la processione con le fiaccole. Daranno la loro collaborazione le pubbliche assistenze della zona e le Croce rossa italiana.