Il cattivo gusto degli studenti: una bara per la Gelmini

Non bastavano i cortei non autorizzati, le lezioni in piazza e l'assalto alle stazioni ferroviarie. Gli studenti milanesi contro la riforma Gelmini sono scesi in strada, ieri mattina, per l'ennesima manifestazione. Questa volta, però, l'Onda anomala ha attraversato le vie del centro - da largo Cairoli a piazza Duomo - portando con sé una cassa da morto. Che ospitava, neanche a dirlo, il fantoccio del ministro dell'Istruzione. Poi, terminata la fase trash del corteo, i collettivi si sono spostati in piazza Affari per seguire alcune lezioni impartite da ricercatori precari. Sulle scale di palazzo Mezzanotte, una quarantina di ragazzi hanno studiato «Ricerca europea: funzionamento e prospettive», «Filosofia morale», «Crisi economica».