Cattolica, Prodi prende la laurea in fischi

L’Università Cattolica gli ha conferito la laurea honoris causa in Scienze politiche, ma per andare a ritirarla il premier Romano Prodi è dovuto entrare da un cancello secondario. Ad aspettarlo davanti all’ingresso, infatti, c’erano trecento studenti pronti a contestarlo. Urla, fischi, striscioni e bandiere agitate. A tenerli a bada, blindando per ore l’intero isolato, una quantità di agenti e carabinieri che in zona non si vedevano da anni. Alla fine, comunque, una protesta civile che si è esaurita negli slogan che sono riecheggiati all’esterno e nei chiostri. «Indignati» gli studenti di Azione universitaria, i giovani di Alleanza nazionale. «È inconcepibile - la protesta - che l’ateneo dei cattolici italiani premi il leader di una maggioranza che ha proposto la stanza del buco, vuole legalizzare la droga e vuole il matrimonio tra omosessuali. Questa sarebbe attenzione ai valori della famiglia e della dottrina sociale della Chiesa?». Un attacco che segue di un giorno quello messo in atto dagli autonomi che all’Università di Torino avevano accolto con fumogeni e petardi il ministro dell’Economia Tommaso Padoa-Schioppa. (...)