Catturata a Città del Messico campionessa di wrestling serial killer delle vecchiette

La donna individuata dal suo vicino di casa. Ha ucciso dieci anziane in due anni

da Città del Messico

Negli archivi della polizia era nota come la mataviejitas, l’ammazza vecchietta. In due anni ha strangolato usando la stessa tecnica almeno una decina di anziane signore che vivevano da sole. Ma ora Juana Barraza è stata catturata, una 48enne ex lottatrice professionista di wrestling dal fisico robusto che ha terrorizzato Città del Messico ed è stata soprannominata il «killer delle vecchiette». A incastrarla è stata la testimonianza di un inquilino che l'ha vista uscire dalla palazzina di un quartiere popolare della capitale, dove la Barraza aveva appena strangolato la sua ultima vittima, un'anziana di 82 anni, con uno stetoscopio. Ora, riportano i quotidiani locali, la donna ha iniziato ad ammettere le sue responsabilità, dopo che per anni gli investigatori hanno dato la caccia all'assassino, ritenuto un uomo che si travestiva da donna. L'analisi della scena del crimine suggeriva che il killer strangolasse le sue vittime da dietro, usando una loro sciarpa, una calza, o comunque un oggetto trovato a casa loro. I corpi venivano ritrovati su una sedia o a letto. Spesso l'omicida metteva a soqquadro l'abitazione, sottraendo però solo qualche cosa di piccolo, spesso una statuetta religiosa.
Nel luglio scorso la Barraza ha fatto un passo falso e ha lasciato le sue impronte nella casa di una potenziale vittima: è stata sorpresa dal rientro inaspettato del figlio della donna che è riuscito anche a vederla mentre fuggiva. La serie di omicidi aveva scosso l'opinione pubblica, minando anche il mito culturale messicano degli anziani protetti dalla famiglia. Era così emerso che oggi non è più così, che molti vecchi vivono soli in una città dove le famiglie si disperdono. La paura per «il serial killer delle vecchiette» si è dissolta mercoledì scorso, quando uno studente in affitto a casa di Ana Maria Reyes, rientrando nell'appartamento ha visto la Barraza in fuga e poi ha trovato l'anziana morta in terra. Il giovane ha subito chiamato la polizia che ha bloccato la serial killer a pochi isolati di distanza. Secondo gli investigatori, la donna ha ammesso di avere ucciso diverse anziane, ma non si ricorda quante. La Barraza, ex atleta che ora sbarcava il lunario vendendo pop corn «ha detto che lo faceva in un accesso di rabbia», ha precisato Hector Ramos, portavoce della procura generale di Città del Messico.