Catturati i due rapinatori delle farmacie

Insieme, ad agosto, hanno rapinato almeno altri cinque negozi, soprattutto farmacie, a Genova. Si tratta di Gaetano Lo Grasso, 37 anni e Giuseppe Maio, 31, arrestati il 6 settembre durante un tentativo di rapina alla farmacia Buranello dai carabinieri della stazione di Sampierdarena. I colpi, che ai due avrebbero fruttato un totale di 14mila euro, sono stati loro attribuiti sulla base di riconoscimenti fotografici e filmati.
Secondo quanto emerso dai racconti delle vittime, Maio e Lo Grasso, che nella rapina del 6 settembre avevano ferito alla mano con un cutter la farmacista, durante le loro azioni avevano un atteggiamento definito «aggressivo». Durante una rapina ad un salone di coiffeur in via Balbi il 9 agosto, avevano infatti minacciato l’artigiana con un cutter alla gola e quando questa aveva spiegato di essere incinta uno dei due le aveva risposto: «Così sarete in due a morire, tu e tuo figlio».
Il copione delle azioni era sempre più o meno lo stesso, uno tratteneva gli ostaggi minacciandoli con un cutter, mentre l’altro si occupava della cassa; poi fuggivano in sella ad uno scooter, generalmente rubato. Obiettivo prediletto erano le farmacie, il 13 agosto ne avevano rapinata una in via Pegli; il 17 in via d’Albertis; il 19 in via Rivarolo; il 22 in via Cornigliano. Maio avrebbe compiuto anche altre due rapine con un complice ancora da identificare (6 maggio alla farmacia di via Canepari; 26 luglio ad una tabaccheria di via Brignole).