Cause di gruppo: l’Italia come gli Usa

Negli Stati Uniti sono una pratica assai diffusa, che ha costretto diverse società e multinazionali a pagare ingenti somme a persone danneggiate dalle loro attività. Ora anche in Italia sarà possibile, per chi si ritenga danneggiato da società o istituzioni, ricorrere in forma collettiva al giudice. Sono le cosiddette «class action», alle quali i consumatori italiani potranno d’ora in avanti ricorrere affidandosi alle associazioni di utenti e di professionisti, oltre che alle Camere di commercio. La formula della «class action», oltre a dare maggiore risalto all’azione legale, fa cadere la prescrizione per i crediti maturati da ogni singola persona danneggiata. Questa misura è contenuta in un apposito disegno di legge.