Il Cav: vogliono incastrarmi con un altro caso Noemi

L’accerchiamento è in corso da tempo, anche grazie agli attacchi di Fini. Ora sta arrivando la stretta delle procure: la nuova inchiesta di Roma su Mediaset (che coinvolge non solo Berlusconi ma anche il figlio Pier Silvio), l’archiviazione della vicenda di Montecarlo e infine l'affondo dei pm di Milano sul nuovo sexy scandalo che coinvolgerebbe una minorenne marocchina. Per Silvio Berlusconi è un salto indietro di un anno e mezzo: «Vogliono incastrarmi con un altro caso Noemi». E l’intento è chiaro: ribaltare l’esito delle urne e sostituire il Cavaliere con un nuovo governo.