Cavalcata attraverso la vecchia Europa

Valentina Fontana

Niente a che vedere con il circo, tanto meno con un evento sportivo. Apassionata, lo spettacolare galà equestre famoso in Europa, rivela il segreto del suo successo: intrattenimento per le famiglie. O meglio, lo show tedesco che ha raccolto un milione di spettatori dal 2002 e che ora sbarca in Italia, si presenta come il primo spettacolo in cui le razze più rinomate di cavalli del mondo interagiscono con l'uomo. Ma non solo. Per il debutto milanese al Mazda Palace il 27, 28 e 29 ottobre, Apassionata propone un inedito show, Hommage, dove l'interazione fra uomo e cavallo è arricchita da nuove coreografie.
«Fra i 12 Paesi visitati e le 50 città toccate non poteva mancare l'Italia - dice orgoglioso l'impresario tedesco Peter Massine -. Il Belpaese è strettamente legato alla storia del cavallo europeo, non a caso a Napoli nel 1532 si costituì la prima scuola di equitazione d'Europa».
E non a caso Apassionata si unisce all'italianissima Fieracavalli, la manifestazione veronese leader a livello internazionale nel settore, «condividendo lo stesso amore e rispetto per un'animale speciale che ha accompagnato la storia dell'uomo - precisa Maurizio Rossellini di Fieracavalli -. Con l'intento di far conoscere ai giovani, alle famiglie e agli amanti della natura un nuovo modo di vivere il cavallo, valorizzando la magica relazione che da sempre esiste tra cavallo e cavaliere».
A sottolineare lo stesso obiettivo la presentatrice scelta per l'occasione Susanna Messaggio, che precisa come la sinergia fra natura, cavalli e bambini riveli anche importanti momenti pedagogici presenti nello show. «Ci sono anche le famose Giacche Verdi - dice la Messaggio - che aiutano i bambini a prendere confidenza con i cavalli con il cosiddetto “battesimo della sella"».
Ma in Hommage resta comunque la spettacolarità a prevalere. «L'eleganza del cavallo e l'arte dell'equitazione - continua Massime - si uniscono a momenti di emozione e a colpi di scena attraverso molti numeri di grande classe. Così il campione del mondo in “trick roping” mostra l'arte del lancio del lazo a cavallo, impetuosi cascatori affascinano il pubblico attraverso un'ardita battaglia equestre, mentre agili cavalli arabi, i “figli del deserto”, giocano con il fuoco mentre un demoniaco cavaliere osa cavalcare le fiamme». E ancora le sfilate di pregevoli cavalli lusitani, di impavidi cavalieri spagnoli con i loro andalusi e di mistici cavalli islandesi mostrano la loro arte attraverso esperienze indimenticabili. Non manca poi il cavallo Al Capone e il numero di tango.
Non solo cavalli quindi. In Hommage si esibiscono grandi cavallerizzi di fama internazionale come il grand seigneur lusitano Luis Valenca, Styrmir Arnason - campione del mondo nelle cinque andature -, il campione spagnolo di Doma Vaquero Sebastian Fernandez e il campione di cutting Jorg Pasternak.