Il Cavaliere: "Governerò per 5 anni"

Grande soddisfazione per il leader del Pdl, rimasto ad Arcore con i suoi più stretti collaboratori e i figli: "E' il
momento più bello della mia vita. Ora ci aspetta un periodo difficilissimo. Dal Paese è "arrivato un
messaggio chiaro che ha penalizzato la sinistra"

Milano - E' con gli amici più stretti che il candidato premier del Pdl ha intenzione di festeggiare. Questa sera al tavolo di Arcore, spiega chi è stato con lui tutta la giornata, non dovrebbe esserci Gianni Letta ma sicuramente ci sarà Fedele Confalonieri, l’avvocato Nicolò Ghedini e il presidente di Mediolanum, Ennio Doris. Oggi il leader del Pdl è rimasto ad Arcore, a villa San Martino. In serata farà una dichiarazione pubblica, ma con i suoi ha già espresso tutta la sua soddisfazione: "È un momento storico, il momento più bello della mia vita. Ora ci aspetta un periodo difficilissimo".

Un risultato atteso "Il risultato ottenuto oggi è proprio quello che per settimane ho continuato a ripetere agli italiani". In collegamento telefonico con lo studio di Porta a Porta, il leader del Pdl ricorda i sondaggi "credibili" che più volte il Cavaliere ha citato per "fotografare la volontà degli italiani".

Al Governo 12 ministri Ora il presidente azzurro guarda al futuro, al governo da formare ("Ho già tutto in testa") e al programma da attuare. Dall'emergenza rifiuti al nodo alitalia, dalla ripresa del piano "grandi opere" agli aiuti a famiglie, anziani e giovani. Con un occhio all'opposizione e a chiunque voglia "lavorare per il bene del Paese". "Siamo sempre stati aperti nei confronti dell'opposizione - spiega il cavaliere - il Pdl è aperto al dialogo". Un dialogo che include anche l'Udc di Pierferdinando Casini ogni qualvolta "voglia lavorare negli interessi di tutti gli italiani e di tutto il Paese". Berlusconi conferma, quindi, una squadra di governo asciutta, con 12 ministri e 60 componenti in totale. Il leader del Pdl assicura di voler utilizzare personalità che hanno una grande esperienza nella macchina dello Stato. Il Cavaliere è convinto, quindi, di poter mettere a punto una squadra "valida" e di aver già avviato uno scambio di opinioni al riguardo con Lega Nord e Alleanza Nazionale.

Riesumare la bicamerale Silvio Berlusconi rilancia sulle riforme condivise proponendo di riesumare la bicamerale per le riforme, così come era stata impostata. Il leader del Pdl ha dato questa risposta, parlando a Skytg24, rispondendo alla domanda sulla possibilità di rilanciare la bicamerale, d’accordo con Walter Veltroni.

I festeggiamenti La certezza è quella di chi ritiene di poter governare con un’ampia maggioranza anche perchè "con la Lega non ci sarà nessun tipo di problema". In serata c’è stata la telefonata di congratulazioni di Walter Veltroni. Nell’entourage di Berlusconi si aspettano i risultati ufficiali, ma intanto si respira aria di ottimismo. "Hanno vinto gli italiani che credevano nel cambiamento - dice paolo Bonaiuti - ci sarà un governo stabile per imboccare la strada dello sviluppo". C’è poi chi, come il vicecoordinatore di Forza Italia, Fabrizio Cicchitto, punta il dito contro i sondaggi: "Sono serviti solo a destabilizzare la situazione".