Il Cavaliere: il lavoro di Biagi va continuato

Il leader del Pdl nel sesto anniversario dell'uccisione del professor Marco Biagi rilancia l'impegno "per completare la borsa del lavoro, diffondere i servizi per
l’impiego, fare in modo che chi cerca un lavoro non sia abbandonato a se stesso"

Roma - Il modo migliore per ricordare Marco Biagi, nel sesto anniversario della sua uccisione da parte delle Br, "è di continuarne il lavoro di riforme, a partire dalla sua legge che è ancora purtroppo ampiamente inattuata". Lo afferma, in una dichiarazione, il leader del Pdl Silvio Berlusconi. "Questo significa - aggiunge - un impegno per completare la borsa del lavoro, diffondere i servizi per l’impiego, fare in modo che chi cerca un lavoro non sia abbandonato a se stesso".

"Nel sesto anniversario dell’efferato omicidio di Marco Biagi - afferma Berlusconi - ricordiamo con commozione il sacrificio che egli rese, consapevole dei pericoli che corrono i veri riformatori. È significativo che nel frattempo il consenso intorno al suo pensiero e alle sue opere sia cresciuto al punto che oggi Biagi appartiene ad una memoria largamente condivisa". "Il modo migliore di rendergli omaggio è quello di continuarne il lavoro di riforme, a partire dalla sua legge che è ancora purtroppo ampiamente inattuata. Questo significa - conclude il leader del Pdl - un impegno per completare la borsa del lavoro, diffondere i servizi per l’impiego, fare in modo che chi cerca un lavoro non sia abbandonato a se stesso".