Il Cavaliere: "A Prodi regalarei una pianta da curare, presto avrà molto tempo libero"

A raccontralo a "Chi" è lo
stesso Silvio Berlusconi che al suo successore-avversario regalerebbe "una pianta che
necessiti di molte cure e di molte attenzioni, perché ho l'impressione che tra non molto il
professore avrà tanto tempo libero"

Milano - Non è escluso che al premier Romano Prodi possa arrivare in dono una pianta del giardino di villa Berlusconi "La Certosa", la cui cura è hobby preferito dall’ex premier. A raccontralo a "Chi" è lo stesso Silvio Berlusconi che al suo successore-avversario regalerebbe «una pianta che necessiti di molte cure e di molte attenzioni, perché ho l`impressione che tra non molto il professore avrà tanto tempo libero».

«I politici di mestiere hanno di solito tutti lo stesso difetto: quello di occuparsi sempre e solo di politica. E anche questo è un motivo che contribuisce ad allontanare la gente da loro», dice Berlusconi parlando dei politici diversi da lui. Ed accompagnando "Chi" per i fasti del suo giardino della "Certosa", con tanto di servizio fotografico esclusivo. «E` il giardino che sento più mio, l`ho costruito dal principio, dal nulla», racconta il Cavaliere. «E` la realizzazione di un sogno. E`quello che, forse, mi illustra meglio per come sono davvero».

Berlusconi nell`intervista guida i lettori ai segreti del giardino e rivela: «Spero di poterlo presto aprire agli studenti delle scuole. Vorrei che fosse un luogo nel quale i ragazzi imparassero a conoscere ad apprezzare la straordinaria bellezza della natura. L`ho già fatto in alcune occasioni ma mi sono state opposte ragioni di sicurezza per le decine di minacce di morte che mi sono state rivolte durante gli anni del mio governo. Lo rifarò appena le condizioni lo consentiranno».