Il Cavaliere va a caccia di «altarini»

Nulla sfugge all’occhio vigile del premier, nella nuova stagione del dialogo a tutto campo. Silvio Berlusconi, impegnato nell’aula di Montecitorio in un amichevole colloquio con Arturo Parisi, si accorge che la sua ministra Giorgia Meloni è andata a sedersi nei banchi del Pd, accanto al rutelliano Roberto Giachetti. Il quale è un suo fan dichiarato, e nell’intervento sulla fiducia ha pubblicamente rimpianto, «per ragioni estetiche», i tempi in cui la giovane esponente di An era vicepresidente dell’Assemblea al posto dell’azzurro Leone. I due chiacchierano e ridono fitto, e Berlusconi si avvicina: «Ma allora siete proprio fidanzati?», si informa. «Macché, presidente, siamo solo vecchi amici», smentisce Meloni. Il premier punta allora il dito ammonitore sul deputato democratico: «Se è così, caro Giachetti, voglio vedere le mani sul banco. Tirale su subito».