Il Cavallo a luglio sarà allo Sforzesco

Entro fine luglio inizierà il suo galoppo. Il cavallo di Leonardo, donato alla città dalla fondazione statunitense «Leonardo da Vinci Horse» ed esposto dal 1999 all’Ippodromo del Galoppo, verrà trasferito nei giardini esterni del Castello. Questa la volontà del sindaco Moratti che ha incaricato la scorsa primavera l’assessore all’Arredo urbano Maurizio Cadeo a occuparsi dell’operazione. Nonostante le polemiche sollevate dagli studiosi di Leonardo, dai Verdi, dall’ex consigliere comunale della lega Laura Molteni e dal «Comitatone» per la salvaguardia degli ippodromi di San Siro, Cadeo ha proseguito per la sua strada, portando avanti il progetto. «È tutto confermato - dice soddisfatto - i miei uffici stanno lavorando con quelli ai Lavori pubblici per organizzare lo spostamento, il trasporto e il ricollocamento della statua in bronzo. Per il trasporto ci avvarremo dell’esperienza maturata con il Toti», ha spiegato Bruno Simini, assessore ai Lavori pubblici.