Cavallo sfinito: esposto dell’Enpa alla Procura

Botticelle inarrestabili nelle vie del centro storico nonostante divieti e caldo davvero insostenibile anche per i poveri cavalli. L’Ente protezione animali ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Roma sull’episodio del malore avuto martedì sera alle 20,30 (32 gradi e umidità al 90%) a via Veneto a uno dei cavalli delle botticelle. Per l’Enpa nel comportamento del vetturino sono ravvisabili i reati previsti dal Codice Penale, «per aver sottoposto l’animale a comportamenti incompatibili con la propria natura, reati per i quali è previsto l’arresto». Per il presidente dell’Enpa di Roma Claudio Locuratolo, il vetturino della botticella ha commesso due infrazioni al regolamento comunale: era fuori dalla Ztl, la sola dove possono transitare le botticelle, e andava al trotto, e non al passo». Secondo l’Enpa «nulla è stato fatto per risolvere il problema delle botticelle, e l’assessore comunale De Lillo, con delega alla tutela degli animali, ha proposto solo soluzioni «discutibili, come la divisa per i vetturini». Da parte sua De Lillo promette: «Sospenderemo la licenza al vetturino se scopriremo che non ha rispettato il regolamento comunale».