«Caveman»: la vita delle caverne si trasforma in un monologo comico

Scomoda, forse, ma più sincera. Perché tra un grugnito e l’altro non è che la guerra dei sessi o le tesi di Freud potessero trovare poi così spazio. Era la vita delle caverne, quella in cui le donne stavano a casa a fare le «raccoglitrici» (di ciò che la terra offriva) e l’uomo partiva per la caccia con un solo pensiero nel cervello: trovare la preda e ucciderla. Ecco perché, ci si tenga forte, le donne oggi sono fuoriclasse dell’arte dello shopping - hanno sguardo che spazia, sensibile ai colori, tipico della «raccoglitrici» - mentre l’uomo procede a un pensiero alla volta. Ecco perché si è così diversi, rivali, ma anche romanticamente complementari. Questa è solo una delle pillole «filosofiche» suggerite da «Caveman - L’uomo delle caverne», divertente e imprevedibile monologo che Maurizio Colombi porta sul palcoscenico del Teatro Derby, per la regia di Teo Teocoli. Nella sua versione originale americana scritta da Rob Becker, «Caveman» è diventato fenomeno di culto (l’ex sindaco di New York Rudy Giuliani dedicò addirittura a questa pièce il nome della 43esima strada): oggi è in scena in 30 Paesi, tradotto in 15 lingue e ha raccolto 8 milioni di spettatori. Per Maurizio Colombi, che è stato il regista del musical record di incassi «Peter Pan», quella del monologo è stata una tentazione inevitabile, dopo aver assistito allo spettacolo proprio a Broadway. In cartellone al Derby, nelle date dei giorni 11 e 18 novembre, ad occupare la scena sarà invece l’attore inglese John Peter Sloan (ex cabarettista di Zelig Off): «Il testo è stato riveduto in un inglese molto semplice - spiega Colombi - e fa parte del progetto intitolato “English 24”. Portiamo in scena alcuni testi in lingua originale. Il Caveman inglese si differenzia nelle battute e, anche, nella performance: gli anglosassoni, ad esempio, non mimano gli atteggiamenti della donna». In una scenografia scarna, il protagonista dello show rispetta la costruzione originale della pièce, ma la adatta alla nostra realtà. Caveman giunse già al Derby, a fine marzo scorso, in una serie di anteprime che, in poco tempo, fecero sold out.
«Caveman - L’uomo delle caverne»
Teatro Derby - Ore 21
fino al 23 novembre
Info: 02/76016352