Cavo dell’alta tensione sui binari: panico alla stazione di Pegli

Un cavo elettrico tranciato. Due botti. Nuvole di scintille. E il panico che dilaga tra i pendolari in attesa sulla banchina delle stazione. Questo, in sintesi, è quello che ha seguito il guasto alla linea ad alta tensione, verificatosi intorno alle 8.30 di ieri mattina nella stazione di Genova Pegli. Per cause ancora in via di accertamento, un cavo della rete elettrica è saltato, interrompendo la linea sul binario. Gli scoppi e le scintille, provocate probabilmente dal contatto fra il cavo elettrico e una parte metallica, hanno allarmato sia i pendolari in attesa del treno, la cui reazione istintiva è stata quella di fuggire dalla pensilina, sia i passeggeri di un treno diretto a Genova, che hanno temuto per un’esplosione.
I passeggeri, comunque, non sono mai stati in pericolo: le Ferrovie hanno infatti spiegato che in casi di incidenti simili, la corrente viene bloccata da un interruttore che scatta immediatamente. Inevitabili le pesanti ripercussioni al traffico ferroviario e, di conseguenza, stradale. Il transito dei treni, deviato su un unico binario nella tratta fra Sestri Ponente e Voltri, ha provocato ritardi medi di 20 minuti e la cancellazione di alcuni convogli della linea Savona-Genova Brignole. Per tutta la mattinata, tecnici delle Ferrovie si sono adoperati per sistemare il guasto alla linea ad alta tensione, tra le proteste dei pendolari, che hanno collezionato forti ritardi.