Cazzola attacca Concita: «Mi censura»

Alfredo Cazzola (nella foto), candidato sindaco «indipendente» di Bologna, va giù duro con i compagni di Unità: «Censura la mia campagna elettorale». Cazzola s’è accorto del fatto ieri mattina aprendo il giornale. Poi ha accusato: «Voci importanti da Roma mi dicono che la decisione di non pubblicare la mia inserzione è stata condivisa e sostenuta anche dalla direttrice Concita De Gregorio». Per i vertici del quotidiano Cazzola ha riservato commenti ironici: «Io e Soru siamo entrambi imprenditori di successo, ma al contrario di lui io non ho tenuto le mie aziende», ha detto rivolgendosi all’editore candidato alla presidenza della Sardegna. Mentre sulla scelta di Concita la «direttora» ha commentato tagliente: «Dalla De Gregorio che ho avuto il piacere di ascoltare spesso mentre ci diceva come si sta al mondo, ora aspetto che me lo dica anche in questo caso».