Cct, i rendimenti salgono al 4% e ritornano ai livelli del 2001

Salgono al 4%, ai massimi dall’agosto 2001, i rendimenti dei Cct a sette anni, collocati ieri dal ministero dell’Economia per complessivi due miliardi di euro nell’ambito di un’asta che ha visto anche offerti 4 miliardi del nuovo Btp triennale (con rendimento in calo dello 0,03% al 3,9%) e di 2,5 miliardi di Btp decennali (in riduzione dello 0,15% al 4,14%). L’aumento del rendimento dei Cct è comunque teorico, visto che alla scadenza dipenderà da quello dei Bot, cui i Cct sono agganciati (con l’aggiunta di uno spread). Le attese per un aumento dei tassi in marzo da parte della Banca centrale europea, teso a contrastare le spinte inflazionistiche, non sembrano comunque aver condizionato il mercato obbligazionario che già da tempo ha metabolizzato la nuova stretta da parte dell’istituto di Francoforte guidato da Jean-Claude Trichet.