In cd i duetti country di «The Genius»

Ha sposato arte e commercio attraversando per intero la tradizione musicale afroamericana e non solo. Qualità, anima e successo internazionale: questa la sintesi della carriera di Ray Charles, di cui esce in questi giorni Friendship, ristampa con inediti del suo disco dell’84 di duetti con le star della musica country. La sua voce ora brutale e corrosiva, ora intensa nell’abbandono emotivo delle ballate lente, illumina alcuni classici della tradizione bianca. Il brano più suggestivo è Crazy Old Soldier, giocata sul contrasto coi toni bassi e scuri di Johnny Cash. Charles - come ha dimostrato anche in passato - affronta le melodie country con pathos ed emozione, mescolando tradizione bianca e vocalità nera come accade in Little Hotel Room in coppia con Merle Haggard, in Seves Spanish Angels con il guru Willie Nelson, in We Didn’t See a Thing dove dialoga addirittura con George Jones e Chet Atkins.
Il suo modo di vivere e interpretare le canzoni è sempre emozionante, anche per chi non ama questo genere. Da non dimenticare i due inediti, inseriti per l’occasione, Everybody Has the Blues con Tony Bennett e Baby Grand con Billy Joel.