Cda il 23 maggio per i conti 2006

da Milano

Slitta al 23 maggio l’approvazione in cda del bilancio Alitalia, in precedenza fissata per il 29 marzo. Il consiglio d’amministrazione della compagnia, riunitosi sotto la presidenza di Berardino Libonati, l’ha deliberato «per ragioni tecniche, dovute all’avvicendamento al vertice» che ha portato alla ridefinizione del calendario, ha spiegato un portavoce. Il 23 marzo, invece, il board si riunirà per l’approvazione della trimestrale al 31 dicembre 2006. Lo svolgimento dell’assemblea per l’approvazione del bilancio è previsto infine nell’arco temporale tra il 25 e il 28 giugno.
Alitalia però corre il rischio di pagare una multa che potrebbe arrivare fino a 500mila euro, poiché il consiglio avrebbe dovuto approvare i dati di bilancio entro il 31 marzo per non incorrere in possibili sanzioni da parte della Consob .
Sempre in base al nuovo calendario, l’approvazione della trimestrale al 31 marzo 2007 avverrà il 14 maggio mentre la semestrale sarà esaminata il 12 settembre. In base a una deliberazione della Consob del ’99, «la relazione trimestrale relativa al periodo aprile-giugno 2007 non sara predisposta», precisa Alitalia. Il cda con all’ordine del giorno la relazione trimestrale al 30 settembre 2007 è stato invece fissato per il 13 novembre.
Intanto, il ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi ha dichiarato di aver visto «un quadro più sereno» sulla compagnia e che non prevede di incontrare nuovamente Libonati nel breve periodo. «Mi sono prefissato di aspettare serenamente il 15 aprile - ha detto - quando ci sarà un quadro più chiaro» sul possibile esito della privatizzazione, con la presentazione delle offerte non vincolanti. Il 2 aprile, invece, è il termine ultimo per presentare le adesioni alle cordate.