Il cda si dimette Oggi l’assemblea

Bnl

Il cda della Bnl si è dimesso «ritenendo ormai concluso il mandato», alla luce dei mutamenti intervenuti nell'azionariato che vede i francesi di Bnp Paribas azionisti di maggioranza con oltre il 50% del capitale, mentre è in corso l'offerta che scadrà il prossimo 16 maggio. Oggi l'assemblea della banca romana nominerà, sulla base della lista presentata dall'azionista d'Oltralpe, il nuovo consiglio, di cui resterà presidente Luigi Abete, che al termine del consiglio di ieri ha ringraziato gli amministratori «per l'importante lavoro svolto, negli ultimi anni». Il nuovo consiglio indicherà poi le cariche di comando della banca. Con l'atteso arrivo di Jean Laurent Bonnafè si tornerà così a riempire la poltrona di amministratore delegato di Bnl, rimasta vacante dall'uscita di Davide Croff, nel giugno 2003. Lo statuto dell'istituto, infatti, prevede che la banca di Via Veneto possa operare sia con il solo amministratore delegato o direttore generale, sia con entrambi.