Cdl, accuse ai sondaggi dell’Unione «Alla Spezia ora siamo alla pari»

Contro-indagine del centrodestra: sinistra sotto il 50 per cento

Il candidato a sindaco spezzino Gianluigi Burrafato spara a zero ed attacca duramente i sondaggisti ed i sondaggi del centrosinistra definendoli illegittimi e lanciando un nuovo dato che parla di «scavalcamento possibile».
L'altra sera nella sede del comitato elettorale dello schieramento di centrodestra che sostiene Burrafato sono stati così resi pubblici i dati del sondaggio voluto dallo stesso candidato al fine di avere un dato «puro» sull'andamento della campagna elettorale. «Abbiamo compreso che il candidato del centrosinistra Massimo Federici è sotto il 5O%, io sono sopra il 45, questo vuol dire che la campagna elettorale inizia ora e che siamo pronti a fare il sorpasso - spiega Burrafato - Ho scelto di investire in questa operazione, commissionando un sondaggio in piena regola, perché quelli che sono usciti sino ad oggi su televisioni e giornali, effettuati su richiesta del centrosinistra, non si possono definire in altro modo se non illegittimi. Infatti avrebbero dovuto, per essere in regola con la legge ed essere quindi garantiti, essere pubblicati sul sito ufficiale previsto dalla Presidenza del Consiglio dei ministri, invece non ci sono, anche se l'azienda che li ha redatti opera abitualmente in modo regolare ed i suoi sondaggi sono tutti sul sito. Questo mi ha motivato ad agire in proprio, facendo realizzare un sondaggio ad una società seria e facendo garantire a norma di legge. I dati che ci arrivano sono molto importanti, ci fanno capire che non partiamo ad armi impari, che siamo in una situazione che possiamo definire di vantaggio e che il nostro impegno va avanti con costanza e risultato. C'è un vento di cambiamento e lo si vede, inizia ora la vera campagna elettorale ed in 60 giorni di cose ne possono accadere molte».
Il sondaggio commissionato da Burrafato è stato realizzato dalla Crm-Group su di un campione di 1200 spezzini maggiorenni (su un totale di 3195 chiamate), tra il 21 e il 29 marzo. La rilevazione è stata realizzata su due fasce orarie, all'ora dei pasti. Secondo i dati usciti Burrafato è il politico candidato più noto, con l'88%, seguito da Federici all'85,8% e terzo Arturo Fortunati con il 22,3%. Ben il 94,5% dei sentiti ha chiaro che si vota a maggio.
Nello studio si parla anche del giudizio dato all'attuale giunta ed al sindaco Giorgio Pagano. I cittadini si dichiarano abbastanza soddisfatti al 45,8%, poco soddisfatti al 21,5%, per niente soddisfatti al 15,2% e molto soddisfatti al 11,2%. Nello scenario elettorale il dato d'interesse vede Federici al 49%, Burrafato al 45,2%. Per gli intervistati il problema più importante da affrontare è il potenziamento del nuovo ospedale (40,2%), seguito dal rilancio dell'occupazione (20,7%) ed al rilancio turistico della città (11,1%). Segue l'ordine e la sicurezza urbana, la manutenzione di strade e marciapiedi, il miglioramento della viabilità, il caro affitti ed in fine la riorganizzazione municipale.
Ora si aspetta la risposta dell'altro schieramento. «Non mi preoccupo di cosa diranno - conclude il candidato del centrodestra - sono convinto che questa sia un'analisi realizzata in modo corretto e quindi ci baseremo su questo risultato».