«Cdl domina in Brianza già finito l’effetto Penati»

«Filippo Penati non rappresenta più politicamente i suoi cittadini». Lo sostiene la Casa delle libertà commentando il risultato politico del centrosinistra a Milano e nei cinquanta comuni della neonata provincia di Monza e Brianza. «L’effetto Penati è stato dissipato in appena due anni di governo: è svanito quel 58 per cento che portò l’ex sindaco dell’ex Stalingrado d’Italia a conquistare la poltrona di Palazzo Isimbardi» dice Bruno Dapei, capogruppo di Forza Italia. «La Casa delle libertà stravince nei comuni di Monza e Brianza con il 57,91 per cento e nei 138 comuni della provincia di Milano conquista un netto 52,53 per cento» osserva Max Bruschi rileggendo i dati diffusi dall’ufficio elettorale di via Vivaio. Conferma, quindi, di Forza Italia con il 27,94 per cento dei voti in provincia di Milano e con il 28,53 per cento a Monza e Brianza che, aggiunge Dapei, certifica come «gli inquilini del centrosinistra di Palazzo Isimbardi sono legittimati ad amministrare la Provincia fino al 2008 ma non sono però legittimati politicamente a rappresentare gli elettori».