Cdl, i big per la Oliveri Berlusconi: pronto a tutto

Le visite in giorni diversi. Fini domani a Recco: «Una vittoria qui vale più di tutte le altre»

«Disponibilità assoluta». L’ha garantita Silvio Berlusconi ai vertici della Casa della liberta di Genova, che ieri mattina, nella sede regionale di Forza Italia, si sono ritrovati per lanciare la campagna a sostegno di Renata Oliveri. Il 10 e l’11 giugno si torna a votare per il ballottaggio della Provincia e la Oliveri se la deve vedere con Alessandro Repetto, presidente uscente dell’Unione, che al primo turno ha raccolto il 49 per cento dei consensi. «Mai come ora siamo ottimisti, e lo è prima di tutto Berlusconi» è il messaggio lanciato dal vertice di ieri «diretto» da Claudio Scajola. Per questo, nei prossimi giorni, arriveranno tutti i big della Cdl. «Non insieme, preferiamo “giocarceli” con appuntamenti in giorni diversi e non solo in città - racconta Angelo Vaccarezza, sindaco di Loano e portavoce regionale di Forza Italia-. Il più desideroso di tornare è proprio il Cavaliere».
Fra i buoni risultati strappati domenica, quello di Genova - raccontano gli azzurri - ha fatto particolarmente piacere a Berlusconi. Per questo nel vertice romano della Cdl di mercoledì si era fatta l’ipotesi di un grande comizio con Berlusconi, Bossi e Fini a chiusura della campagna per i ballottaggi da organizzare proprio in città. Alla fine, però, è stata preferita la strategia dei comizi separati in giorni e luoghi diversi. «Così riusciremo meglio a tenere viva l’attenzione sul voto - riprende Vaccarezza-. I leader non si fermeranno a Genova, organizzeremo incontri anche negli altri centri della provincia». Il primo ad arrivare sarà Fini, atteso sabato alle 18 a Recco all’Hotel La Villa (la Manuelina). E proprio il leader di An, in un intervista pubblicata ieri dal Quotidiano nazionale, ha ribadito l'importanza della partita che si sta giocando qui: «Fino al 10 giugno ci occuperemo solo dei ballottaggi - ha detto-. È chiaro che se strappassimo la provincia di Genova sarebbe come se avessimo vinto tutto».
E quando sarà la volta di Berlusconi? «Verrà deciso nei prossimi giorni, la cosa certa è che lo rivedremo in città» spiegano a Forza Italia. Claudio Scajola, durante il vertice di ieri, lo ha chiamato al telefono. Il Cavaliere ha ribadito a tutti «disponibilità assoluta». Su Genova, raccontano i presenti, «Berlusconi ha fatto il massimo investimento, strappare la Provincia alla sinistra sarebbe una vittoria da spendere a livello nazionale contro il governo Prodi».
Nel frattempo è ripartita la campagna per Renata Oliveri, presente con Enrico Musso al vertice di ieri. Nuovi manifesti verranno affissi in queste ore con un messaggio che rafforza lo slogan «ora tutto può cambiare» usato finora. I partiti della Cdl si sono divisi i compiti: «Senza sovrapposizioni, si è deciso di fare davvero gioco di squadra - dice Vaccarezza-. Mai si erano visti rapporti così buoni all’interno della Cdl. Anche perché sappiamo di avere la candidata migliore».
Per questo, il centrodestra auspica un’«ondata» di faccia a faccia Oliveri-Repetto negli otto giorni utili prima del voto: «Facciamo appello alle associazioni di categoria, ai media, ai comitati. Sappiamo che Renata Oliveri è superiore per qualità, i faccia a faccia sono l’occasione per farlo capire a tutti».