La Cdl sogna Albertini in Provincia

È Gabriele Albertini il sogno della Cdl per la provincia di Milano. L’ex sindaco di Milano non è facile a cedere alle lusinghe ma c’è chi, nonostante l’impresa sia ardua, non ha ancora perso le speranze di vedere Albertini a Palazzo Isimbardi. La Casa delle libertà è già concentrata sulla successione a Filippo Penati, anche perché un sondaggio riservato attribuisce al centrodestra nella provincia di Milano il 54 per cento dei voti, con l’Udc al 5-6 per cento e Forza Italia al 30 per cento. Dati che si diffondono mentre è in corso il congresso provinciale dei Ds, che oggi si prepara a riconfermare Franco Mirabelli (l’unica incognita è data dalla percentuale di voti con cui verrà eletto, che dipende da quanto sarà forte il dissenso della sinistra del partito).
«Secondo una rilevazione commissionata da Forza Italia, solo il 30 per cento degli elettori sa chi è Penati e appena il 10-15% sa citare un’opera realizzata dalla Provincia» dice la coordinatrice regionale azzurra, Mariastella Gelmini. In molti, aggiunge, pensano ancora che presidente sia Ombretta Colli. Tutti elementi che spingono Forza Italia a accelerare e a puntare sulle elezioni provinciali con un uomo forte. La Lombardia diventerebbe così una Regione interamente amministrata dal centrodestra.