Cdl, strategia comune contro Veltroni

Massimo Malpica

Una designazione unica della Cdl per il Campidoglio è ormai impossibile, mentre è certa una strategia comune, un piano programmatico condiviso dai tre candidati schierati da Fi, An e Udc per battere Veltroni. Lo ha confermato ieri la «punta» di Alleanza nazionale, Gianni Alemanno, ribadendo che la sua candidatura «è definitivamente in campo» e che si sta già «lavorando sul programma e sull’organizzazione della campagna elettorale». Ma la scelta di affidare alle urne le «primarie» per contare le preferenze non è una scelta di divisione. «A gennaio - ha spiegato il ministro delle Politiche agricole - faremo un incontro tra i candidati del centrodestra per stabilire un codice di comportamento comune e un preambolo programmatico condiviso in alternativa (...)