«La cedolare secca va stralciata»

Confedilizia chiede al ministro Giulio Tremonti di valutare la possibilità di stralciare la parte dello schema di decreto legislativo sul federalismo municipale relativa alla cedolare secca sugli affitti, in modo da consentire a breve il varo definitivo della misura, la cui entrata in vigore è prevista per il 2011. «Un’eventuale ritardata approvazione del provvedimento porterebbe a vedere sfumare - sostiene il presidente Corrado Sforza Fogliani - quantomeno per un certo periodo, i principali effetti dell’introduzione della cedolare, con particolare riferimento all’emersione del sommerso e all’immissione sul mercato di nuovi immobili offerti in locazione». I proprietari hanno la necessità di conoscere «con sufficiente anticipo il regime fiscale con il quale dovranno confrontarsi».