Al via le celebrazioni per Longanesi

Giornalista, editore, illustratore, pubblicitario, scopritore di talenti. A cento anni dalla nascita il ministero dei Beni Culturali ricorda Leo Longanesi con mostre e convegni a Roma, Milano e nella natia Bagnocavallo. Le celebrazioni proseguiranno fino al 2007, cinquantenario della morte. Con l’obiettivo, in occasione anche della scoperta di due inediti all’Archivio centrale dello Stato, di promuovere la riflessione e la ricerca sulla sua opera.
Primo appuntamento di una serie di iniziative che il ministero ha promosso, una tavola rotonda dedicata a «Longanesi giornalista, eredità e attualità», che si terrà a Roma alla Biblioteca Nazionale. Dopo il convegno romano un altro a Milano, a febbraio, su «Longanesi editore». Mentre in primavera è prevista di nuovo a Roma, alla Biblioteca nazionale, una mostra per il ciclo «Da libro a libro; la biblioteca degli scrittori», con tappe successive tra Milano, l’Emilia Romagna e Varsavia. Tra le varie iniziative anche la ripubblicazione di alcuni libri, tra cui Parliamo dell’elefante e Ci salveranno le vecchie zie. Longanesi, ha ricordato la coordinatrice del comitato promotore Annamaria Andreoli, «è stato un grande modernizzatore della cultura».