Celentano-Benigni intramuscolare su Rai1

Inizia l’ultima settimana «di garanzia» e Del Noce cala gli assi della stagione, Adriano Celentano e Roberto Benigni, uno a tre giorni dall’altro. In primetime, Raiuno è distaccata da Canale 5 di solo lo 0.2% di share (22.4 contro il 22.6 della rete Mediaset), ed è sicuro che dopo la doppietta la rimonta sarà completata. Tuttavia, una programmazione così, più che a una precisa politica editoriale, fa pensare a una dose intramuscolare rivitalizzante.

La Prima della Scala in diretta su Sky Sarà il canale Classica di Sky a trasmettere in esclusiva venerdì 7 dicembre il Tristano e Isotta di Richard Wagner diretto da Daniel Barenboim per la regia di Patrice Chéreau con la quale La Scala inaugurerà la stagione lirica 2007-2008. Dopo quasi vent’anni, la Prima torna in televisione: in onda dalle 17 sul canale 728, per gli abbonati.

Ricci-Berselli soffiano sui venti di Striscia Si è chiusa ieri alla Triennale la mostra «Venti di Striscia» curata da Margherita Palli. Venduti tutti i tapiri d’autore, l’esposizione è entrata nel Guinness dei primati come l’installazione video più grande al mondo (4138 schermi, uno per ogni puntata), oltre cinquantamila visitatori, gran parte dei quali tutt’altro che habitué di musei e kermesse culturali. Il ventennale del tg satirico ha segnato anche l’esordio della collaborazione con Edmondo Berselli, prefatore del volume dedicato. Collaborazione sottolineata da Ricci nell’intervista al Corriere sul caso Gaucci-Tulliani-Fini. È stato Berselli a ricordare la love story finiana a Ricci e siccome c’era un buco in scaletta...

Pubblicità: star in ribasso Il più divertente è lo spot in cui Materazzi e De Rossi trattengono un Pirlo pronto alla rissa dopo aver sentito l’elogio della «grande squadra» seduta al tavolo a fianco, composta da dirigenti di un importante istituto di credito. Lo stesso che, in un altro spot, lascia l’amaro in bocca a Ornella Muti, sulle prime lusingata per il fatto di essere riconosciuta per strada, ma subito disillusa. Stessa sorte per Clooney, pronto all’autografo e invece richiesto da una dolce signorina di farsi da parte per lasciare libero accesso alle cartucce del caffè. Magari lo star system non fermasse più il mondo...

Ottolenghi dopo Nava? È il 7 dicembre la data in cui Bepi Nava, storico capo ufficio stampa Rai, dovrebbe andare in pensione. Nava potrebbe essere prorogato fino alla scadenza dell’attuale Cda o ottenere un contratto di consulenza. Intanto spunta il nome dell’esterno Lorenzo Ottolenghi, portavoce di Cappon, proveniente da Sherpa Tv, il canale online di Claudio Velardi, dov’era approdato dopo aver lasciato le pubbliche relazioni di Lucia Annunziata, allora presidente Rai.