Con un Celentano così Berlusconi risparmierà sugli spot elettorali

Egregio direttore, in chiusura della lettera con la quale commenta (negativamente) la trasmissione di Celentano il signor Lorenzo Zito afferma che: «FÑortunatamente Crozza ha saputo riportare una parentesi di umorismo e di satira politica».
Mi sembra un giudizio eccessivamente generoso...!
Involontariamente umoristiche, invece, anzi, addirittura comiche, le lunghe pause di Celentano nel propinare il Verbo... pause che, lungi dal testimoniare momenti di profonda introspezione, mascherano con tutta probabilità un affannoso sforzo mnemonico per ritrovare il filo del discorso.
Ben vengano altre trasmissioni del genere: Berlusconi risparmierà parecchio sulle spese per la propaganda elettorale.
Cordialmente,
Genova